“Limonata”: il freschissimo singolo di Serepocaiontas

Se si dovesse comporre una playlist ideale per accompagnare dall’alba al tramonto le giornate di questa calda estate 2022 Limonata, il nuovo singolo di Serepocaiontas uscito lo scorso 8 luglio, sarebbe una scelta ben più che azzeccata. Dopo Sere’s Fireplace Carols, mini-EP contenete tre cover di classici pezzi natalizi, la giovane cantautrice di Latina ha deciso, anche grazie alla collaborazione con il produttore multiplatino DSonthebeat (a.k.a. Daniele Silvestri), di cambiare decisamente atmosfera stagionale.

When life gives you lemons…

Trascinato dal delicato suono del fedele ukulele di Serena, la canzone racconta di una situazione che molti di noi avranno sicuramente vissuto: il contrasto tra la dolcezza di atmosfere squisitamente estive e l’asprezza di una delusione sentimentale che si fa fatica a mandare giù. Proprio come bere una limonata in un caldo pomeriggio di luglio. Dopo la freschezza del primo sorso il suo retrogusto amaro non può che farci arricciare il naso.

… Make lemonade! 

Nonostante questa bevanda sia difficile da mandare giù Serepocaiontas, con il suo singolo d’esordio, cerca di dare all’ascoltatore un messaggio rassicurante, ribadendo quanto sia importante prendere sempre con filosofia e ironia anche le più grandi delusioni. Una positività verso quello che il futuro riserva ad ognuno di noi cristallizzato dal celebre motto inglese preso in prestito dalla cantautrice per comporre l’ossatura del proprio pezzo: “Se la vita ti dà i limoni… Fatti una limonata!”

Difficoltà ed incidenti di percorso che proprio Serena ha voluto raccontare nei tre minuti e mezzo attraverso i quali la sua canzone si snoda: 

Sono parole semplici ma molto importanti: negli ultimi anni ho affrontato tante sfide, musicali e non, e la capacità di vedere il bello anche nelle cose più amare è stata una delle conquiste più importanti

Grazie alla freschezza e alla sensibilità della sua autrice Limonata riesce a raccontare in maniera schietta l’asprezza del sogno perduto, il diventare grandi senza mai abbandonarsi alla malinconia. 

a cura di
Luca Barenghi

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – “Mi basterebbe una notte” di Marāsma: la recensione
LEGGI ANCHE – “Chi ti crederà più”: è il ritorno Kashmere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.