“Lacrime”, il nuovo racconto di Carola

Fuori dal 10 marzo “Lacrime”, il nuovo singolo di Carola. La cantautrice è tornata a farci battere il cuore con un brano profondo, delicato e molto introspettivo. Un discorso intimo fatto con se stessa, con una sé che non riesce a riconoscere poiché è soffocata dalla triste e da pensieri negativi.

Cosa si prova a soffrire di depressione? Lo scopriamo ascoltando “Lacrime”. Un racconto attraverso immagini molto nitide e rappresentative della situazione. Per quanto riguarda il testo è inutile spendere tante parole, basta ascoltarlo per rimanere colpiti. La penna di Carola è molto abile e il suo modo di scrivere tocca sempre il cuore.

Carola racconta “Lacrime”

“Cosa provo a sorridere a fare che neanche si vede”, canta Carola. Un flusso di pensieri che scorre mentre si affronta il problema della solitudine, della speranza che lentamente si spegne. “Quella che vedo allo specchio non sono io”.

Il sound molto vicino al pop mescola dentro di sé influenze elettroniche e beat che si avvicinano alla trap. Il merito di questo mix va al producer Klavier che prendendo il meglio da ogni genere musicale crea per Carola una melodia unica e riconoscibile tra mille. Ci colpisce anche la voce della cantautrice: profonda e avvolgente. E’ un vero piacere ascoltarla.

“Lacrime” è un brano sempre attuale che rappresenta tantissime persone che, anche prima della pandemia, si sono scontrate con questo problema. “Ho pensato che c’è chi ha provato tutto questo anche prima, anche senza pandemia. Ho pensato che c’è chi lotta ogni giorno contro qualche grande ostacolo che la vita gli mette davanti. Ho pensato ancora una volta a quanto possiamo essere forti e fragili allo stesso tempo. Così è nata Lacrime”, ci racconta Carola.

a cura di
Redazione

Seguici anche su Instagram!

LEGGI ANCHE- “Why don’t we?”: il nuovo singolo degli Hence
LEGGI ANCHE- “Nuvole Blu” e i Tales of Sound chiudono il cerchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.