DIMORE – nuovo singolo: “Sergio”

Sergio

Sergio è la persona che ci segue e ci ascolta durante il nostro processo mentale di crescita. Un processo che va dall’età infantile e adolescenziale verso una fase più adulta della nostra vita.

Per operare questo cambiamento, il protagonista (bambino 10/12 anni), parte da un pensiero statico della sua infanzia in cui i personaggi che l’hanno abitata, ormai scomparsi e rimpianti, cominciano con dolore a spostarsi dal luogo in cui erano stati collocati mentalmente, verso una posizione più libera, che li rende ripensabili sotto forme diverse.

Ascolta “Sergio” su Spotify!
Personaggi e fotografia

personaggi sono così svincolati dal ricordo del passato e possono così essere interpretati e visti in forme nuove viste con l’occhio di una persona adulta che ripercorre il passato rileggendolo secondo la sua personale visione attuale. 

Un ruolo centrale lo ricopre la fotografia, punto di partenza del pensiero malinconico del protagonista
Si parte da una immagine statica, come una foto, fino ad arrivare a una immagine dinamica di vita in relazione, anche con il passato.

Simbolo 

Il simbolo visivo di questo processo è la trasformazione da statua a uomo in carne e ossa, di un personaggio dove “Il Pensatore” di Auguste Rodin, entrato nell’immaginario collettivo come icona dell’attività intellettuale, sarà l’immagine simbolo di questo contesto descritto.

Copertina di “Sergio”
DIMORE Music

Dimore Music è il progetto di Alessandro Camisa e Antonello Mauro. Un progetto che nasce nel 2020 per concretizzarsi definitivamente nel 2021 con un singolo in uscita che racconta parte della storia personale e professionale dei due membri.

Come nasce

Alessandro e Antonello, manager operanti nel settore alberghiero e della ristorazione, sono stati entrambi colpiti duramente dalla pandemia.  

Dalle loro esperienze e dalla realtà in cui ci troviamo nasce DIMORE che evolve tra Firenze e Bologna, le città dei due componenti. Così come le città in cui vivono, diverse sono anche le personalità di Alessandro e Antonello che mescolandosi permettono al gruppo di sviluppare un suono unico, intenso maturo così come lo sono i testi.

Differenti sono anche i trascorsiAlessandro, che dedica la propria vita allo studio e alla carriera, è alla sua prima esperienza in campo musicale, mentre Antonello viene da una lunga e felice esperienza quindicinale, che lascia però da parte per circa 7 anni.  

Musica come arma

I due musicisti sintetizzano il loro vissuto seguendo un’esigenza comunicativa in contrapposizione alla chiusura in cui, durante la pandemia, siamo costretti a vivere.

La musica è così un’arma, uno strumento per esprimere un’emozione e un pensiero che non sarebbe possibile comunicare altrimenti.

Segui DIMORE su: 
Spotify
Facebook
Instagram

a cura di
Redazione

Seguici anche su Instagram!


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.