Tonight è il nuovo singolo collaborativo dei Sümelga

Il 15 dicembre 2023 esce Tonight nuovo brano dei Sümelga in collaborazione con Settembre Rosso ed Elisa Bellesi. Un mix di generi per questo nuovo pezzo tra chitarre distorte, pianoforte e sintetizzatori, ma anche un mix di voci con le strofe alternate fra Matteo Loda (Sümelga) e Matteo Folegatti (Settembre Rosso) che si incontrano soltanto nel ritornello.

Gli acuti che accarezzano le pause musicali sono di Elisa Bellesi, ed è proprio con lei che abbiamo scambiato quattro chiacchiere nell’intervista che trovate qui sotto!

Ciao Elisa, benvenuta! Partiamo diretti chiedendoti come è nata l’idea di creare questa grande collaborazione con Settembre Rosso e Sumelga per il nuovo brano “Tonight”. Come avete gestito la fusione di generi musicali all’interno del pezzo?

Ciao a tutti e grazie per questa opportunità.
Parto subito dicendo che la collaborazione è nata un po’ per caso dividendoci il palco durante un concerto.
I Sümelga hanno immaginato la mia voce all’interno di alcuni loro comportamenti e da lì abbiamo messo le basi, per questo esperimento musicale.
Mi piace sempre sperimentare infatti non mi fermo al primo ascolto di un brano, cerco di capirlo anche se non rispecchia i canoni dei miei generi di riferimento e con “Tonight” é stato così senza conoscerla ho improvvisato delle take cercando di portare me stessa allineando la mia natura al mood della canzone.

Parliamo del testo di “Tonight” considerando che è stato ispirato al libro “Al di là dei sogni” di Richard Matheson… La produzione di “Tonight” è affidata a Moonrecordbs, con la scrittura a cura di Mirko Scarpellini, Leonardo Rizzo, Matteo Loda e Matteo Folegatti. Come è stato lavorare con questo team e come sono stati suddivisi “i ruoli” all’interno del processo creativo?

Come già accennato nella risposta sopra il brano mi é stato proposto già in fase di pre-produzione, dove i ruoli erano già stati stabiliti, e in modo giocoso abbiamo incastrato, appunto, le mie vocalizzazioni con i suoni del brano. Facendo uscire qualcosa di spontaneo e un po’ istinto che aumentava l’atmosfera onirica che il brano vuole dare.
I riferimenti del testo al libro di Richard Matheson e il significato di un viaggio nel mondo dei sogni mi é stato spiegato in seconda battuta, per darmi un’idea più profonda del brano.
Detto questo lavorare in studio con persone diverse aiuta a fare un esperienza continua e diversa, e da possibilità di scoprire nuove realtà sia a livello di componimenti che di espressione artistica, oltre al fatto di abbracciare nuovi generi musicali.
Purtroppo con Matteo Folegatti, in arte “Settembre Rosso” non vi é stato modo di interagire, perché ha lavorato da remoto con i Sümelga. Mentre con Mirko Scarpellini, Leonardo Rizzo e Matteo Loda avevamo già lavorato insieme con il pezzo “Nella tua stanza” uscita a novembre del 2023.

La tua voce gioca un ruolo significativo nella canzone. Come avete deciso di integrare le voci di Matteo Loda e Matteo Folegatti, alternandole nelle strofe e facendole convergere nel ritornello? Qual era l’obiettivo emotivo dietro questa scelta?

Penso che sia stata una cosa talmente naturale, che abbiamo lasciato che tutto si componesse in maniera lineare, come un puzzle che si univa fino a formare un disegno significativo.
La mia voce, come ha spiegato Mirko Scarpellini in post produzione, rende materiale il sogno, e se i due Matteo sono le voci differenti della coscienza onirica del protagonista, la mia voce canalizza un flusso musicale che divide la linea della realtà e quella del sogno, andando oltre la mera immagine.

Sappiamo che hai avuto un percorso musicale molto articolato: come questa varietà di esperienze ha influenzato il tuo approccio al contributo vocale in “Tonight”?

I miei studi mi hanno fatto crescere a livello artistico, ma non perdo occasione di sperimentare vari ambienti musicali, che come già detto sopra, mi portano a conoscere nuovi generi e nuovi strumenti.
L’esperienza di queste influenze nuove, mi permette di cominciare a saper improvvisare e giocare con le note attraverso quello che ascolto e dei sentimenti che voglio canalizzare.
Utilizzo la mia voce come uno strumento, creando un filo conduttore unico nell’approccio delle melodie.
E in “Tonight” ha prevalso l’istinto di ciò che non è materiale.

La collaborazione artistica spesso apre nuove porte e possibilità. State già pensando a future collaborazioni?

Per ragioni di studio mi sono dovuta trasferire e per ora le collaborazioni con i Sümelga restano in standby.
Ma é solo questione di tempo.
Per ora prendo tutto quello che mi circonda e mi ispira, perché, come dice Matteo Loda, anche lasciarsi trasportare dalle vibrazioni che ci circondano é una collaborazione con la propria anima.

Grazie ancora alla redazione per questa opportunità.

a cura di
Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *