“Fatti Sentire Festival”, aperte le iscrizioni

I musicisti italiani emergenti sono dotati di talento, creatività, dedizione e passione da vendere. Quello che spesso manca loro è l’attenzione da parte di chi può metterli nella giusta luce. Il Fatti Sentire Festival

Per questo torna anche per il 2024 FATTI SENTIRE FESTIVAL, una manifestazione che punta sulla qualità e sulla trasparenza. Le iscrizioni al Festival sono aperte fino al 22 marzo. La finale si terrà a Formigine (Modena) il 25 maggio 2024.

L’edizione 2024 di FATTI SENTIRE FESTIVAL, rassegna dedicata alla musica italiana emergente, è organizzata dall’Associazione Culturale “FATTI SENTIRE” con OCCHIOXOCCHIO ENTERTEINMENT srl, in collaborazione con il COMUNE DI FORMIGINE, patrocinati da NUOVOIMAIE.

Il concorso nasce per promuovere la cultura della musica italiana dando la possibilità a giovani artisti di esibirsi di fronte a una commissione artistica composta da grandi esperti del settore musicale: giornalisti, critici musicali, produttori e vocal coach, e grazie a questo evento “farsi sentire” dal più vasto pubblico possibile.

La mission del Festival è quella di offrire una vetrina importante a nuovi artisti emergenti italiani che, soprattutto in questo momento storico, non hanno visibilità.

Il concorso, che sarà trasmesso da un’importantissima rete televisiva nazionale, può contare su un montepremi complessivo di 5500 euro: in palio 5000 euro per il vincitore, assegnati da una giuria di qualità di assoluto prestigio, ai quali si aggiungono 500 euro attribuiti da NUOVO IMAIE a uno dei finalisti.

Le fasi finali della rassegna potranno contare su ospiti di grande richiamo.

FATTI SENTIRE FESTIVAL giunge alla propria terza edizione, dopo che la seconda aveva fatto registrare un grande successo, anche in termini di ascolti televisivi.

Il comune di FORMIGINE con oltre trentaquattromila abitanti è molto attivo sul territorio con un calendario fittissimo di eventi. FATTI SENTIRE FESTIVAL si inserisce perfettamente nel contesto degli eventi musicali per i cittadini di tutte le età, poiché propone un evento musicale a sostegno dei giovani artisti, ma con la presenza di ospiti famosi e conosciuti a tutti del panorama della musica italiana.

L’impatto della manifestazione sul territorio è molto importante e genera un movimento di centinaia di ragazzi nelle giornate in cui si terranno le varie fasi del Festival il che si traduce in un grande vantaggio per tutte le strutture di accoglienza come Hotel, B&B e ovviamente per tutta la filiera della ristorazione.

Maurizio Rugginenti “RUSTY” è il cuore pulsante della RUSTY RECORDS
etichetta discografica indipendente fondata nel 1968 dal padre Gianni e presidente dell’ASSOCIAZIONE CULTURALE “FATTI SENTIRE”. Dal 2009 guida la Rusty Records con la missione di scovare nuovi talenti e portarli al successo.

La sua prima presenza al Festival di Sanremo arriva qualche anno dopo, nel 2013, dove presenta un giovanissimo ANTONIO MAGGIO nelle nuove proposte con il brano “Mi servirebbe sapere”. Il brano vincerà il festival e diventerà disco d’oro; inizia così l’avventura della Rusty Records.

• Alla kermesse ligure la Rusty vanta ben sei partecipazioni in dieci anni. Il 2016 è stata la volta di CHIARA DELLO IACOVO che conquista il secondo posto alle spalle di un grandissimo Francesco Gabbani; il 2018 è la volta di ALICE CAIOLI, che si aggiudica il premio delle radio; il 2019 la Rusty va a Sanremo giovani con DIEGO CONTI, presentato qualche anno prima a X-FACTOR, il 2020 è la volta della giovanissima TECLA che si aggiudica anche lei il secondo gradino del podio; e per finire nel 2021 la Rusty con il produttore MIRKO MANGANO portano a Sanremo VITTORIA.

a cura di
Staff

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE: i libero professionista si scatenano con l’EP “Cesar Martins”
LEGGI ANCHE: Dungeon Clash Tournament: il nuovo disco a più livelli di Pipya

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *