“Viaggia Viaggia” con la musica di Fabrizio Mozzillo

Eccoci con in mano il secondo EP di Fabrizio Mozzillo, ovvero “Viaggia Viaggia“. Cinque canzoni che si muovono su melodie folk rock più briose rispetto al precedente, ma una cosa che non cambia è il voler raccontare storie di mondo e di persone.

Fabrizio Mozzillo – Viaggia Viaggia

“Viaggia viaggia” alterna brani che parlano della vita in generale, “Il giorno del giudizio” e “L’autostrada del sole”, e dell’assurdità dell’essere umano. Gli altri due invece “Il Fiume” e “Giada” sembrano voler raccontare la storia di Fabrizio o di un potenziale protagonista. Tra l’amore che sfugge dalle mani e la vita che a volte vediamo scorrere come un fiume senza sapere cosa fare. L’ultimo brano, title track del disco, è anche il più ritmato. Qui si racconta la storia di un camionista con sagacia e ironia, molto in linea con i precedenti lavori.

Questo EP ha un sapore on the road, come si intuisce dal titolo, e sembra davvero un viaggio attraverso la vita dove alterniamo momenti di introspezione ad altri in cui guardiamo il mondo. Il disco è come un viaggio dentro di noi, dentro i nostri pensieri.

Mi piace molto questo rock che si sente forte e malinconico. Il mio brano preferito è la title track che ha un ritmo davvero accattivante, non è da meno però “Il Fiume” per il suo testo, così introspettivo e così toccante.

ASCOLTA SU SPOTIFY: https://open.spotify.com/intl-it/album/2KESOKequ03Dbkj4I5cECO

TRACKLIST

1) L’autostrada del Sole

2) Il fiume

3) Il Giorno del Giudizio

4) Giada

5) Viaggia Viaggia

Hanno suonato:

– Pino Iodice: chitarra acustica, chitarra elettrica e basso elettrico;

– Puccio Panettieri: batteria;

– Matteo di Francesco: batteria;

– Luca Proietti: pianoforte ed organo hammond;

– Valeria Fabbri: violino;

– Francesca Romana Fabbri: seconde voci;

– Angelo Trane: sassofono;

– Fabrizio Mozzillo: armonica.

a cura di
Redazione

LEGGI ANCHE – I Lillians raccontano il loro esordio
LEGGI ANCHE – STRE: un viaggio nei suoi brani tra sole, cuore e dolore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *