“Unn’è l’amuri” di Corrado Degliangioli, un EP emozionante

Corrado Degliangioli fa il suo ingresso nel mondo della musica con un debutto emozionante attraverso il suo primo EP intitolato “Unn’è l’amuri”. Guidato dalla produzione di Guido Guglielminetti, Degliangioli offre al pubblico un viaggio intimo attraverso cinque tracce che abbracciano il panorama della canzone d’autore italiana.

Corrado Degliangioli Unn’è L’amuri

Contrariamente alle aspettative, il lavoro si apre con una title track cantata in dialetto siciliano, aggiungendo un tocco di autenticità e un legame radicato con la propria identità culturale. “Unn’è l’amuri” non solo racconta una storia, ma rievoca anche un episodio storico, la “Strage di Giarre del 1980”, mostrando la capacità di Degliangioli di mescolare narrazione e passione attraverso la musica.

La diversità di temi e stili è evidente nelle tracce successive. “Bambina di Roma” affronta con sensibilità il mistero intorno al caso di Emanuela Orlandi, riflettendo sul persistere dell’ingiustizia nel tempo. “Domenica di Marzo” e “Risacca” portano un cambio di ritmo, con melodie vivaci che si alternano a testi che toccano il cuore, mostrando la versatilità compositiva dell’artista.

Degliangioli rivela il suo talento non solo nella composizione, ma anche nella capacità di trasmettere emozioni attraverso le sue parole. Ogni traccia è arricchita da testi delicati che catturano l’essenza delle storie raccontate, dimostrando una profonda comprensione delle sfumature dell’animo umano.

“Unn’è l’amuri” si conclude con “Il cappello di un Pescatore”, una traccia che evidenzia l’intimità e la connessione tra gli artisti, con la partecipazione di Silvana, aggiungendo un tocco di dolcezza e vulnerabilità alla narrazione. La canzone, nata da un momento di ispirazione estiva, trasmette un sentimento genuino di amore e intimità, dimostrando la capacità di Degliangioli di creare magia anche nei momenti più semplici della vita.

In definitiva, “Unn’è l’amuri” rappresenta un primo passo promettente per Corrado Degliangioli nel panorama musicale italiano. Con la sua combinazione di storytelling coinvolgente, melodie avvincenti e una sincera vulnerabilità emotiva, l’EP cattura l’attenzione e il cuore dell’ascoltatore, lasciando un’impronta indelebile e anticipando con entusiasmo i futuri lavori dell’artista.

a cura di
Redazione

LEGGI ANCHE – I Lillians raccontano il loro esordio
LEGGI ANCHE – STRE: un viaggio nei suoi brani tra sole, cuore e dolore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *