“Acoustic Curtain”, il viaggio sonoro di Roberto Quassolo

“Acoustic Curtain” è un viaggio sonoro che riporta Roberto Quassolo alle radici della sua musica, offrendo al pubblico un’esperienza unica e coinvolgente. Il cantastorie decide di presentare dieci brani in chiave acustica, regalando un’atmosfera avvolgente e emozionante che si insinua fin da subito nel cuore dell’ascoltatore.

Acoustic Curtain – Roberto Quassolo

Il disco si apre con una serie di brani dal ritmo frizzante ed intrigante, come “Liar”, “Empty Mirror” e “Sea Sirens”. Nonostante l’approccio acustico, Quassolo riesce a mantenere una vivacità e una carica che catturano l’attenzione, dimostrando la versatilità della sua creatività.

Tuttavia, non si tratta solo di energia e dinamismo. “Acoustic Curtain” offre anche momenti di dolcezza e intimità attraverso tracce come “Time is A Healer” e “Flying In The Wind”. Qui, la voce di Quassolo si fa delicata e avvolgente, trasmettendo emozioni profonde e toccanti.

Nel comunicato, l’artista condivide la sua personale riflessione sul legame con le proprie canzoni, rivelando un affetto duraturo e un senso di debito nei confronti delle melodie che lo hanno accompagnato nel corso degli anni. Questa connessione emotiva si traduce nell’approccio di “Acoustic Curtain”, dove le tracce vengono spogliate delle loro vesti abituali per essere presentate in una luce nuova.

Il desiderio di riproporre le canzoni in modo più essenziale si manifesta come una sorta di viaggio nel tempo, un ritorno al processo creativo che ha dato vita a queste melodie. “Acoustic Curtain” diventa così non solo un album, ma un’esperienza che collega passato, presente e futuro attraverso la magia degli accordi, della melodia e delle parole.

In definitiva, Roberto Quassolo ci guida attraverso un percorso appassionante e coinvolgente con “Acoustic Curtain”, un disco che celebra la potenza intrinseca della musica, esplorando la sua essenza più pura e autentica.

a cura di
Redazione

LEGGI ANCHE – I Lillians raccontano il loro esordio
LEGGI ANCHE – STRE: un viaggio nei suoi brani tra sole, cuore e dolore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *