Enzo Messina presenta l’album “MeX Quartet”: un viaggio musicale

Un trasferimento, dal nord al sud Italia, è stata la scintilla che ha portato alla nascita del progetto MeX Quartet, firmato da Enzo Messina. Il musicista e compositore nato a Milano, ha pubblicato un album di ben tredici canzoni nate tra il 2020 e il 2021 durante la pandemia. In quel periodo l’autore viveva ancora in Lombardia e, unendo testi introspettivi e molteplici sfumature sonore, ha dato vita ai brani contenuti in MeX Quartet. Un ruolo determinante ha avuto il successivo trasferimento di Enzo Messina in Puglia, a Martina Franca, che ha riacceso collaborazioni artistiche con amici musicisti quali Francesco Lomagistro, Camillo Pace e Fabrizio Gaudino.

MeX Quartet – Enzo Messina

Così, strumentisti di grande esperienza e talento hanno deciso di unirsi ad Enzo Messina per dare vita al progetto. Nasce da qui “MeX Quartet”, un album prodotto in autonomia, una registrazione verace, dal suono organico e dal respiro live. I brani si muovono tra Rock, Pop e Jazz passando per svariate sfumature. Alla voce, tastiere e chitarra di Enzo Messina, si affianca la batteria di Lomagistro, il basso di Pace, a la tromba di Gaudino. Filo conduttore è il percorso di vita, attraverso esperienze e pensieri che Enzo Messina ha maturato in anni di carriera musicale e vissuto personale.

<<Durante il lockdown ho scritto molte canzoni, in totale libertà, lasciando che tutto fosse completamente slegato dalla mia esperienza professionale come musicista. Non avevo mai cantato mie canzoni, così, in quel periodo così strano, ho preso coraggio e ho deciso di tentare, realizzandole inizialmente nel mio studio milanese, in solitaria>>, racconta Messina, <<poi il trasferimento in Puglia è stato ispirante, un cambiamento radicale e profondo. A Martina Franca ho incontrato dei vecchi amici, musicisti straordinari con i quali, qualche anno prima, avevo registrato un album di musica strumentale. Dopo una cena abbiamo parlato delle mie canzoni e della possibilità di suonarle insieme, così è nato questo album, MeX Quartet.>>.

Milanese di nascita, Enzo Messina, studia pianoforte con il Maestro Adalberto Tonini per poi intraprendere, molto giovane, la carriera musicale come tastierista e pianista. Si dedica successivamente allo studio di altri strumenti, vecchi amori come il basso, la chitarra e la batteria. Nel corso degli anni lavora sul palco e in studio con vari artisti italiani e stranieri tra i quali Zucchero, Terence Trent D’Arby, Nek, Max Pezzali, Big Daddy Wilson, Folco Orselli e in particolare Francesco Renga con il quale collabora ormai da più di 20 anni. Da sempre produce musica per cantautori e artisti nel suo studio e compone brani di vario genere, ha pubblicato 2 libri e vari album musicali, strumentali e ultimamente da cantautore.

Con il disco “MeX Quartet” ha scelto di condividere la sua musica e i suoi testi in merito ai quali afferma: <<Le parole uscivano una dietro l’altra, in un periodo di riflessione quotidiana, quando tutto era improvvisamente fermo. Molti testi sono semplici e chiari, altri meno immediati, ma quasi tutti trattano emozioni che da tempo volevo descrivere. La natura armonica e melodica dei brani ci ha permesso di percorrere sentieri musicali liberi e ricchi di improvvisazione. Sono felice che dentro questo album ci sia spazio per l’istinto.>>. E conclude dichiarando che incontrare i suoi nuovi compagni di viaggio è stata una vera fortuna e un regalo meraviglioso, una fiamma che spera non si spenga mai.

a cura di
Redazione

LEGGI ANCHE – I Lillians raccontano il loro esordio
LEGGI ANCHE – STRE: un viaggio nei suoi brani tra sole, cuore e dolore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *