Seabass ci racconta il nuovo singolo “Delicato Cuore” uscito questo mese

E’ uscito il 12 agosto “Delicato Cuore”, il nuovo singolo di Seabass. Questa volta il producer per il suo pezzo ha scelto due cantati d’eccezione: Edoardo Billato e Beatrice Cariolato. I tre elementi insieme funzionano e tirano fuori un pezzo introspettivo, intimo e delicato. Abbiamo intervista Seabass per farci raccontare qualcosa di più sul suo pezzo.

Seabass racconta “Delicato cuore”

Ciao Seabass, bentornato su Postaindipendente. Abbiamo ascoltato il tuo nuovo singolo e anche il precedente. Notiamo una certa differenza di sound tra i due.

In quale di questi singoli ti rispecchi di più?In realtà in entrambi perché sono tutti e due prodotti da me stesso e provengono prima di tutto dal mio cuore, da ciò che il quel momento stavo provando e cosa sentivo. Per “Relapses” ho voluto raccontare una storia mentre per “Delicato Cuore” ho immaginato me stesso sulle montagne e cosa avrei provato in quel momento. La musica va anche di sensazioni.

Come è nato il brano “Delicato cuore”?

È un brano nato durante il secondo periodo del lockdown, quando ci fu il coprifuoco per intenderci. Era ancora inverno lo ricordo bene e pensavo a quanto mi mancava passeggiare in mezzo alle montagne. Essendone appassionato ho pensato di descriverlo in musica e prima d’ora non l’avevo mai fatto. Mi ero sempre meravigliato solamente davanti a loro ma mai solamente con il pensiero. Era una sorta di mancanza, mancanza di libertà e quindi ne è venuta fuori un esigenza.

Invece la collaborazione con Edoardo e Beatrice?

La collaborazione con Edoardo (che saluto) nasce ben 10 anni fa quando venni assunto come tecnico luci per la sua compagnia teatrale, che al momento era anche il nostro piccolo sogno di farla crescere e portala in alto. Dopo qualche spettacolo mi proposi come “compositore” per ricreare le atmosfere adattate durante le nostre performance. Quindi l’idea era spettacoli originali con musiche originali. Il progetto funzionò per ben 5 anni e per entrambi penso sia stato uno dei nostri piccoli trampolini di lancio per iniziare la nostra carriera da artisti indipendenti. Beatrice invece è la ragazza di Edoardo e tutto avvenne mentre componevano “Delicato Cuore”. Sentivamo l’esistenza di inserire una voce femminile che avrebbe potuto riempire e far emergere il brano. Fu così che Edoardo me la propose, lei accetto quasi subito e durante le registrazioni rimasi davvero colpito dalle sue qualità e potenzialità vocali. Una voce dolce, soave, che riempie il cuore ma che lascia sognare, una voce a dir poco perfetta. Se posso permettermi le influenze vocali sembra che arrivino direttamente dai continenti asiatici, cinesi direi e questo penso che la renda davvero originale.

Oltre il progetto da solista porti avanti anche quello con i Tales of sound. Quali sono i pro e i contro di stare in una band?

In realtà nessuno riesco a gestire con tranquillità entrambi perché sono due progetti a cui credo fortemente. Anzi voglio annunciare che con i Tales Of Sound siamo al lavoro per un vero e proprio album quindi a breve ci saranno importanti novità.

Gli altri membri del gruppo ti supportano nel tuo progetto da solista?

Si moltissimo difatti durante le prove faccio sempre ascoltare le mie preview e loro sanno sempre cosa consigliarmi. Solitamente mi dicono che funzionano e di questo ne vado davvero fiero.

Chi è il tuo fan numero uno?

Ce ne sono stati tanti , da piccolo avevo gli articoli 31 e gli 883, durante l’adolescenza amavo la drum’n’bass, poi è arrivato Vangelis, i Pink Floyd e infine Paul Kalkbrenner. Forse si gli ultimi tre sono i miei fun numero 1.

Oltre Seabass e Tales porti avanti altri progetti/lavori?

Al momento no e direi che così può bastare. Voglio continuare anche anche ad avere libera per le persone a cui tengo.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Sicuramente mi piacerebbe lavorare nel mondo della musica, diventare produttore di qualche artista, scrivere beat per rapper internazionali. Ma anche portare i Tales lontano lontano non mi dispiacerebbe affatto.

a cura di
Redazione

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Lelio Morra ci racconta “Discoboomer” tra passione e innovazione
LEGGI ANCHE – Luca Mazzieri presenta il singolo “Spari”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.