Marlene Kuntz – Tra Ville e Giardini, Rovigo – 14 Luglio 2022

Tornano a Rovigo i Marlene Kuntz per inaugurare col botto, la rassegna Tra Ville e Giardini.

Sono passati ben 10 anni dall’ultima volta in cui i Marlene Kuntz sono stati a Rovigo, nello stesso luogo in cui hanno suonato giovedì 14 Luglio per l’inaugurazione della rassegna “Tra ville e giardini”.

Flashback

Era il 2012 e dei giovani eroi rodigini, avevano organizzato un mega concerto al Cen.Ser di Rovigo in aiuto alle popolazioni emiliane colpite dal terremoto. Per l’occasione si erano mobilitati i gruppi più iconici della scena musicale anni ’90 come Linea 77, Africa Unite e, eccoli qui, Marlene Kuntz.

Quel giorno fu uno dei momenti più belli che la città abbia mai vissuto: un po’ perché si stava concretamente facendo qualcosa per i nostri vicini di casa che si erano ritrovati le stelle al posto dei soffitti, e un po’ perché finalmente si poteva finalmente ascoltare della vera musica.

Molto probabilmente chi non vive a Rovigo non può capire, perché, come spesso può accadere nei comuni lontani dai grandi centri, non si è tanto propensi alla musica live: i concerti qui sono come miraggi nel deserto.

Potete quindi solo immaginare la gioia quando i Marlene Kuntz sono stati annunciati come opener della rassegna polesana “Tra ville e giardini”. La musica sarebbe tornata a Rovigo e l’avrebbe fatto con una band di tutto rispetto.

Il concerto

I Marlene Kuntz hanno portato sul palco l’ultima fatica discografica “Karma Clima” senza però dimenticare i brani più classici della loro discografia. Non solo la, sempre incredibile, “Nuotando nell’Aria” ma anche “Impressioni di Settembre”, “La Canzone che Scrivo per te” e “Lieve”.

Anche se sono state assenti “Sonica” e “Festa Mesta”, il pubblico non ha perso la voglia di saltare e urlare.

Una recensione schietta del concerto? Stupendo. I Marlene Kuntz sono una di quelle band che sul palco lasciano sempre a bocca aperta ed in grado, con i loro suoni, di portare il pubblico in un’altra dimensione sonora.

Punto debole della serata: la presenza di un solo food truck che dopo la prima mezz’ora di concerto aveva già finito le birre. Colpa né dell’organizzazione né dello stesso food truck, che insomma in 3 metri quadri non può certamente tenere 12 fusti di birra. Si potrebbe fare meglio per il prossimo anno.

Un’altra idea sarebbe quella legata alla location: scegliere un’area più centrale che possa dare alla rassegna e alle band il giusto scenario ed importanza che meritano.

Tutto sommato è stata una meravigliosa serata di musica sotto un cielo stellato, e di questo non si può far altro che essere grati all’organizzazione di Tra Ville e Giardini, nonchè agli stessi Marlene Kuntz.

Qui il programma completo di “Tra Ville e Giardini”.

a cura e foto di
Anna Bechis

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Tina Platone ci racconta “Impulsi Elettrici”
LEGGI ANCHE – Zippe mette a nudo i sentimenti tra ritmo e chillout in “Bonsoir”, il suo disco d’esordio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.