Gli Elettrotape ci parlano del loro nuovo singolo “Empty Pool”

La band italo-austriaca Elettrotape

Empty Pool è il nuovo singolo della band italo-austriaca Elettrotape, uscito il 17 giugno scorso. Daniele Volcan, Giacomo Barchetta e Annika Prey negli ultimi due anni hanno sperimentato molto dando vita ad una serie di canzoni che hanno creato l’identità della band.

Il sound degli Elettrotape è caratterizzato da paesaggi electro-pop, da un moderno approccio alla tecnica del “wall-of-sound” e dalla rielaborazione di sonorità tipiche degli anni ’80. Il nuovo singolo è caratterizzato da beats ultra-compressi, una voce ricca di sfaccettature ed una cascata di sintetizzatori combinati ad un forte messaggio. Empty Pool riguarda realtà ed immaginazione, sogno e verità con un carico di aspettative e il bisogno di auto-realizzazione.

Ciao ragazzi, benvenuti su Posta Indipendente!
Per iniziare, presentatevi ai nostri lettori. Parlateci un po’ del vostro mondo musicale.

Ciao Posta Indipendente! Io (Daniele) Jack ed Annika abbiamo cominciato a suonare assieme nel 2019 con un altro progetto comprendente altri tre musicisti. Nell’estate del 2020 abbiamo poi deciso di fondare gli Elettrotape e prendere la direzione musicale attuale. Prima di ciò io e Jack abbiamo suonato come session man per diversi cantautori e progetti di musica originale, costruendo in questo periodo il legame creativo e umano che ci ha spinti a creare un progetto autonomo. Abbiamo conosciuto Annika (cantante folk/indie viennese) ad un festival nel 2016, e poi ricontattata anni dopo per formare la band attuale. Ora facciamo avanti indietro tra Vienna e Bologna.

 Empty Pool è il vostro nuovo singolo. Come nasce? 

Empty Pool nasce come la classica idea promettente rimasta nel pc fino a quando, durante l’ennesima quarantena, ha deciso di prendere forma come primo singolo. 

Il video ufficiale di Empty Pool
Mi ha colpito molto anche il testo che fa da contrasto al sound energico e felice oserei dire. Anche il videoclip è ricco di immagini contrastanti. Come mai queste scelte?

Ci piaceva l’idea di comunicare qualcosa di preciso a prescindere dal sound estivo della canzone. Non è stato quindi pianificato da subito questo contrasto ma si è presentato come necessario per riuscire a dire quello che volevamo. Anche il video rispecchia questo contrasto; pieno di colori, strani outfit dovrebbe apparire come estivo, fresco, solare, ma in realtà abbiamo sempre il volto serio. 

Vivete tra Bologna e Vienna, cosa vi influenza (musicalmente) di entrambi i luoghi? Cosa vi ispira? 

Entrambe le città sono conosciute per essere centri culturali e musicali tra i più floridi d’Europa. Di certo questo ci aiuta ad essere sempre circondati da un clima creativo e artistico sempre aperto alle novità. 

Come nasce il vostro approccio alla musica? Perché questo amore per gli anni ’80?

Veniamo tutti da background differenti, ma quando abbiamo cominciato a scrivere i primi brani è venuta fuori quasi naturalmente questa commistione fra synth-rock ed elettro-pop carico di synth. E poi un po’ di trash 80ies ci sta.

La band italo-austriaca Elettrotape
Pensando ai vostri progetti passati, vi sentite diversi? Cosa è cambiato? Cosa cambierà per quelli futuri invece?

In primis siamo cambiati noi. E continueremo a farlo. Di certo ogni uscita, live, video cercheremo di fare qualcosa di nuovo.

Ci saranno concerti in programma dove vi potremo ascoltare dal vivo?

Abbiamo appena fatto il single release concert al Chelsea di Vienna e probabilmente suoneremo vicino a Innsbruck verso fine estate. In programma di certo un altro singolo in autunno.

a cura di
Loredana Desiato

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Fast Animals and Slow Kids – Bonsai Garden, Bologna – 06 luglio 2022
LEGGI ANCHE – Morcheeba – EstEstate Fest, Este – 6 Luglio 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.