Fast Animals and Slow Kids – Bonsai Garden, Bologna – 06 luglio 2022

I Fask, Fast Animals and Slow Kids, si sono esibiti all’interno della bella cornice del Bonsai Garden al parco delle Caserme Rosse a Bologna. Il gruppo di Perugia ha animato il pubblico con uno spettacolo diviso tra divertimento rock e vere emozioni

Il festival dedicato ai legami tra musica e ambiente, il Bonsai Garden, continua a regalare emozioni. Dopo svariati artisti, tra cui Fulminacci e Rancore per dirne alcuni, è il turno di una delle band più in voga degli ultimi anni ossia i Fast Animals and Slow Kids. I Fask (chiamati così tra amici) sono riusciti a coinvolgere un pubblico di veri e propri appassionati e, allo stesso tempo, arruolare qualche nuovo adepto tra le file dei loro fan.

La band ha portato sul palco bolognese una combinazione dei pezzi più famosi così come anche alcuni brani del loro ultimo album “È gia domani” distribuito nel settembre 2021. I quattro giovani ragazzi di Perugia hanno dimostrato la loro indole da animali da palcoscenico in quanto pienamente capaci di interagire con un pubblico visibilimente entusiasta. Un gruppo, questo, che sembra aver trovato la strada per la maturità artistica.

Aprono i Cara Calma!

La serata del Festival al Parco delle Caserme Rosse è all’insegna della musica e del divertimento anche grazie alla band d’apertura dei Fask. I Cara Calma, gruppo bresciano con sempre più seguito, si sono esibiti al Bonsai Garden regalando al pubblico del tramonto uno spettacolo rock davvero potente ed emozionante.

Reduci da un ultimo album pubblicato questo 2022 dal titolo “Gossip!”, i Cara Calma prendono possesso dello stage dandoci una bella dose di energia e grinta senza rinunciare ad un notevole stile glam-rock. Lo show scivola via in fretta lasciandoci con il desiderio di ascoltare ancora un po’ della loro musica. Intanto, però, il gruppo ci invita a fare un bell’applauso agli headliner di questo bell’evento, i Fask.

Ecco i Fast Animals and Slow Kids

Puntuali alle 22.00 i Fast Animals and Slow Kids si presentano sul palco del Bonsai Garden con il brano “Vita sperduta” e i fan sono già dentro la rete ammaliante della loro arte. Il concerto scorre veloce grazie ad un frontman , Aimone Romizi, capace di comunicare con i suoi fan e muoversi selvaggiamente nello spazio del palco. “Siamo i Fast Animals and Slow Kids e veniamo da Perugia” hanno tenuto ad affermare più volte, segno di un bel legame con le loro origini.

L’anima rock di canzoni quali “Come un animale” o “Annabelle” si mescola perfettamente con i pezzi più melodici ed emozionanti come “Animali Notturni” e “Lago ad Alta quota”. Non mancano brani da cantare tutti insieme a squarciagola ossia “Non potrei mai” e “Canzoni Tristi”. Degno di nota il coraggio di Romizi di gettarsi sulla folla e lasciarsi trasportare dai movimenti delle persone in un coinvolgente siparietto.

Si torna,così, dopo anni di chiusura a godere nuovamente della musica dal vivo grazie ad un evento, quello del BOnsai, di gioia collettiva. Ciò che più si apprezza del concerto dei Fask è la voglia e le felicità di suonare insieme, come se ci si ritrovasse in un sicuro incontro tra amici. Alla fine, infatti, ciò che conta è amare quello che si fa e dopo aver ascoltato il loro live possiamo affermare: I Fast Animals and Slow Kids quando suonano si divertono.

a cura di
Noemi Didonna
foto di
Moris Dollini

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Gli Ultima Haine hanno trovato il loro “ELDORADO”
LEGGI ANCHE – Morcheeba – EstEstate Fest, Este – 6 Luglio 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.