Intervista a Ricky Ferranti sul nuovo album

Fuori dal 15 giugno “Nuovi eroi”, il disco di Ricky Ferranti. Un raccolta di tutti i brani usciti da fine 2020 fino ad oggi con una piccola chicca: “E ti vengo a cercare”, cover di Franco Battiato.

Intervista a Ricky Ferranti

Ciao Ricky, ben trovato sulle nostre pagine. Finalmente è uscito il tuo album. Come è nato “Nuovi eroi”?

Ciao e grazie per questa intervista.
Si , finalmente è uscito l’album e sono molto contento.
I brani sono nati qualche anno fa e ne ho fatto poi una cernita per arrivare a questi 6 più una cover.
L’idea dell’Eroe, che in parte connaturata alla storia dell’uomo , è diventata negli ultimi tempi più una parola “abusata” , come “Genio” ad esempio.
Spesso di usano parole come , Epico, geniale, Eroe, mitico etc. e più si usano e più perdono il loro reale significato.Finisce che ci dimentichiamo da dove eravamo partiti.
Questa idea è ciò che ha fatto scaturire l’Album “Nuovi Eroi”.

Qual è la canzone che è nata in modo più spontaneo e quella più difficile da partorire?

Come testi sono tutte nate molto spontaneamente devo dire.
Musicalmente invece ho dovuto lavorare un po’ di più su “E’ quasi sera” per via dell’arrangiamento che ha subito un po’ di rimaneggiamenti in corso d’opera.

Solitamente come nascono le tue canzoni: prima il testo o la musica?

Per le canzoni in italiano di solito scrivo prima il testo , in vece il contrario per quelle in inglese.

Nel disco non ci sono duetti, ti piacerebbe duettare con qualcuno o preferisci andare in solitaria?

Mi piacciono anche i duetti , certo, dipende molto dal tipo di canzone e dal testo.
Ci deve essere un testo adatto che mi porta a sentire un duetto.

Quanto è stata fondamentale la tua etichetta per la realizzazione del disco?

L’etichetta mi supporta da qualche anno ed è fondamentale nella fase di scelta dei brani , promozione e stampa.
Eì importante avere qualcuno alle spalle che crede in quello che fai e ti stimola.

Prossimi progetti?

A breve deve uscire un album di brani strumentali di chitarra acustica.
Sono molto legato al mondo chitarristico , sia acustico che elettrico e alla musica strumentale.

a cura di
Redazione

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – WAU è il nuovo album degli Heron Temple
LEGGI ANCHE – “Mi basterebbe una notte” di Marāsma: la recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.