Irama – Grana Padano Arena, Mantova – 24 aprile 2022

Contrariamente a quanto si creda, il debutto artistico di Irama non è stato grazie alla vittoria ad Amici del 2018. L’artista carrarese dopo una prima sporadica collaborazione con Benji e Fede si era presentato al Festival di Sanremo già nel 2016 dove presentò nella categoria giovani il brano Cosa resterà. Palcoscenico quello dell’Ariston di Sanremo che Filippo Maria Fanti (vero nome di Irama) ha calcato a tutt’oggi ancora tre volte. Sempre trovando piazzamenti onorevoli. Nel 2019 con La ragazza dal cuore di Latta, nel 2021 con La genesi del tuo colore e nel 2022 con Ovunque sarai.

Un successo quello di Irama in costante ascesa e che attualmente conta l’assegnazione di ben 32 dischi di platino. Una musica in bilico tra urban e cantautorato. Un’abilità di scrivere capace di sfornare contemporaneamente brani estivi e giocosi che sfiorano il tormentone e brani più profondi e riflessivi. D’altra parte Irama non ha mai fatto mistero che il suo approccio con il mondo delle sette note lo deve all’ascolto dei dischi di Fabrizio De Andrè e Lucio Dalla.

A Mantova la data zero del nuovo tour è una sorta di test e prova generale che verrà ripetuta nei prossimi giorni a Roma, Napoli e Milano, per mettere a punto il tour vero e proprio che prenderà il via durate la prossima estate e che toccherà tutta la penisola con date già fissate in ogni regione d’Italia e molte delle quali già sold out.

Un pubblico entusiasta prevalentemente di giovanissimi che hanno regalato un bellissimo sold out al primo concerto senza restrizioni nella location del palasport Grana Padano Arena. Concerto dinamico ricco di effetti scenografici e numerosi cambi costume dell’eccentrico artista. Brani storici e successi consolidati come: Mediterranea, Ragazzi nella nebbia, La genesi del tuo colore. Ma anche e soprattutto i brani dell’ultimo album Il giorno che ho smesso di pensare che lo colloca definitivamente tra i cantautori più interessanti degli ultimi tempi.

a cura e foto di
Moris Dallini

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Rea ci racconta “Respiro”
LEGGI ANCHE – Intervista ai Serendipity, un gruppo nato per caso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.