Fuori ora il video di “One more step” degli Hence

Dopo la pubblicazione di “Why Don’t We?” a febbraio, la band indie/alternative italiana torna su Youtube con il nuovo e attesissimo videoclip.

Gli Hence continuano a far parlare di sé. La band indie/alternative italiana ha infatti rilasciato il secondo singolo ufficiale di questo inizio 2022, “One More Step”, approfittando anche dell’ottimo riscontro ottenuto grazie alla pubblicazione di “Why Don’t We?” a febbraio scorso. Il lavoro del gruppo, prodotto agli Insomnia Studios di Reggio Emilia e pubblicato autonomamente, rappresenta quindi il secondo capitolo di un album ancora inedito e che riprenderà il percorso iniziato nel 2018 con l’EP di debutto “hence”, in grado di portare il sound dei quattro ragazzi originari di Reggio Emilia sui principali live-club del Nord Italia (Milano, Torino, Bologna, Modena e Genova) e fino in Germania. 

“Il testo di ‘One More Step’ – cupo, malinconico e introverso – mette nero su bianco le paure legate alla quotidianità più alienante: la necessità di emergere sempre e comunque, tipica della società del consumismo sfrenato, produce nell’individuo inquietudini sempre più difficili da mantenere nascoste” hanno spiegato i membri del gruppo “La gabbia in fiamme che capeggia sulla copertina richiama allora il senso ultimo di ‘One More Step’: fare un altro passo ancora per scappare dalla prigione della consuetudine asfissiante, abbandonando la nostra comfort zone e tutte quelle etichette (di genere, di status…) che con troppa condiscendenza lasciamo appiccicarci addosso da chi ci sta attorno”.

Il videoclip – girato e montato da Luca Moretti e la Raito Films – ne è la sintesi perfetta: in un ufficio di indefinita collocazione spazio-temporale si muovono impiegati e segretarie alienate, nella sterile attesa che qualcuno – o qualcosa – “spezzi l’incantesimo” e li conduca all’insurrezione definitiva. “One More Step” ci fa fare i conti con un crescente stato d’angoscia causato da un sapiente climax sia sonoro sia visivo, che arriva però a interrompersi bruscamente nel finale del girato, quando i due colleghi sembrano indurre l’ignaro spettatore a porsi l’amletica domanda: sogno o realtà? 

Anche la color e il formato video pongono l’accento sulla dicotomia tra conformismo e sovversione: seppia e 4:3 per le scene di tipica routine da ufficio; neon, saturazione sparata e 16:9 per la costante della ribellione.

Con “One More Step” gli Hence confermano il definitivo salto verso una componente elettronica sempre più protagonista: i synth anni ’80 e le strutture complesse a cui ci avevano abituati nelle composizioni passate lasciano ora spazio a sonorità, tematiche e immagini ben più moderne, come testimonia anche la sezione ritmica di strofe e bridge – vera e propria colonna portante del singolo – velatamente trap e spiccatamente drum’n’bass. I ritornelli conducono invece a sonorità più dure ed elettriche, in cui i pad si mescolano a chitarre hard-rock e a una linea di basso prorompente. 

In definitiva, “One More Step” si presenta come brano adatto alle playlist di un sempre più eterogeneo pubblico di ascoltatori: gli Hence continuano infatti a cavalcare l’onda della poliedricità e delle influenze a buon mercato (in questo singolo i riferimenti sono per Twenty-One Pilots, Machine Gun Kelly, Biffy Clyro e Sueco), senza però mai cadere nella trappola della banalità o dello sterile citazionismo.  

BIOGRAFIA

Gli Hence sono una band indie/alternative italiana originaria di Reggio Emilia. Nel 2018 esordiscono sotto l’etichetta discografica Volcano Records con l’EP “hence”. Da qui viene estratto il loro primo singolo, “From a Star to Another One”, pubblicato lo stesso anno sul canale online dell’americana BlankTV. Nel 2019 pubblicano, autonomamente, altri due singoli: “Shimmer” e “What If”. “Why Don’t We?”, uscito a febbraio 2022, e “One More Step” sono i primi due brani estratti dal nuovo album, scritto e prodotto nel 2021 ma ancora inedito. 

Nel corso degli anni, gli Hence suonano su importanti palchi del Nord Italia, come il Rock’n’Roll di Milano, le Lavanderie Ramone di Torino, il Lokomotiv Club di Bologna, la Tenda di Modena, il Kessel di Reggio Emilia e il Crazy Bull di Genova; nel 2019 escono dai confini nazionali, portando il tour fino in Germania, alla Chapel Krypta di Stoccarda.

Il disegno musicale che contraddistingue gli Hence viene tracciato da molteplici influenze musicali: coniuga melodie prettamente pop a suoni più ricercati provenienti dal post rock, dall’indie, dall’elettronica e dall’alternative rock più attuale. Le composizioni alternano momenti di estrema essenzialità musicale ad esplosioni sonore, arrangiamenti basati su ritmiche non convenzionali e ritornelli dinamici e melodici. Gli Hence traggono libera ispirazione da band anglosassoni quali Bliffy Clyro, Editors, Twenty-One Pilots, The 1975 e Muse.

Ulteriori informazioni sulla band sono disponibili a questi link:

Instagram

Facebook

Spotify

YouTube

Soundcloud

a cura di
Redazione

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE-I Touristi: il chissenefrega contro l’insoddisfazione di “Mantra”
LEGGI ANCHE- Aigì: “Io che non” e altre amenità del caso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.