Primo ascolto di “Bovarismo”, Anna Castiglia

La dame que fuit la vie de la provence

Non stiamo esattamente parlando di madame Bovary ma sicuramente di una delle sue declinazioni. Anna Castiglia, artista catanese di stanza a Torino, pubblica il 25 marzo la sua “Bovarismo” per Tippin’ Factory/ ADA Music Italy e allora tutto questo acquisisce piano piano un senso.

Ma andiamo con ordine.

Anna Castiglia è una cantautrice che nell’arte possiamo dire di esserci nata. Fin da piccolissima ha infatti iniziato ad avvicinarsi a quello che poi col tempo sarebbe diventato il suo presente. Ha studiato Musical a Torino ed è proprio da lì, che insieme alla release, che è partita per il suo “Bovarismo tour”.

Il tour, tra l’altro, è stato anche il frutto della vincita al contest “L’artista che non c’è” (premio bandito da L’isola che non c’è e Nuovo Imaie). Insomma, Anna Castiglia si sta facendo sicuramente notare per la sua bravura, di cui “Bovarismo” ne è la rappresentazione diretta.

È un brano che, un po’ come la protagonista del testo, mette insieme più generi: passiamo dallo swing al jazz per poi arrivare al pop e ancora al valzer francese. Per non parlare del testo, metà in italiano e metà in francese.

L’artista afferma che il brano in realtà non è nato da poco, bensì fa ancora parte di tutti quei testi dal passato che aspettavano di essere pubblicati. “Bovarismo” in ogni caso, non fa altro che riconfermare che Castiglia abbia sicuramente un talento e che la musica ne è la sua espressione principale!

a cura di
Redazione

Seguici anche su Instagram!

LEGGI ANCHE- In un mare di scuse con Bert
LEGGI ANCHE-
“Glock” è il nuovo singolo di Saimon Sail, un brano per trasformare la depressione in resilienza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.