Marco Dalla Villa ci racconta “Così Così”

Marco Dalla Villa torna con un progetto che mescola due mondi: quello della beat dance e l’indie pop. “Così Così” è il racconto di una serata in discoteca trascorsa tra un cocktail e un gioco di sguardi con un’ipotetica ragazza. I beat del DJ Dalla Villa si mescolano all’indie pop di Diorama, creando un racconto leggero, ma allo stesso tempo appassionante. Un brano attuale, moderno e trascinante che rimane in testa, potente sin dal primo ascolto perché contiene al suo interno elementi di novità. In maniera tutto sommato semplice, ma efficace mettono insieme un brano dal forte appeal radiofonico che ha un’altra particolarità: verrà presentato anche come NFT.

L’idea degli NFT ci è venuta per integrare la tecnologia con il mondo musicale, e creare un metodo totalmente nuovo per i fan di interagire con la nostra canzone. Chi lo acquista non riceverà solo il “vinile digitale” (di cui sarà l’unico proprietario, grazie alla certificazione della blockchain), ma riceverà anche numerosi vantaggi, come descritto nella sezione sul mio sito. Il nostro obiettivo è quello di premiare chi supporta la nostra musica, e grazie agli NFT lo abbiamo reso possibile.

Marco Dalla Villa
L’intervista
Ciao Marco, benvenuto su Posta Indipendente. Parliamo un po’ di questo nuovo singolo, “Così Così”. Quando e come nasce il brano?

Ciao, grazie di avermi invitato! Ho deciso che avrei voluto produrre un brano cantato in italiano e per questo ho iniziato a cercare su Spotify artisti indie. Ho ascoltato “Souvenir” di Diorama e subito l’ho contattato su Instagram per proporgli di collaborare. Lui, nonostante io appartenga ad un genere musicale totalmente diverso dal suo, è stato da subito disponibilissimo ed entusiasta quindi abbiamo iniziato a collaborare. Messaggi audio di Whatsapp con bozze e mille tentativi, poi un giorno in studio insieme e “Così Così” era già pronta. Adesso siamo amici, ci sentiamo spesso e tra l’altro ho diverse canzoni di Diorama sulle mie playlist.

È previsto anche un video?

Suoneremo in un live insieme ed utilizzeremo il video di quella serata come video ufficiale della canzone. Non vedo l’ora sinceramente.

C’è qualche artista in particolare con cui ti piacerebbe collaborare?

Vorrei collaborare con AronChupa & Little Sis Nora. Lui è un musicista geniale che scrive canzoni che sembrano fatte su misura per i miei gusti. Lei, sua sorella e cantante delle sue canzoni, vorrei incontrarla e chiederle di sposarmi.

Qual è il tuo sogno artistico più grande?

Vorrei che il mio programma radiofonico “Villa Bivona” suonasse in una radio nazionale e mi piacerebbe poterlo registrare live con il pubblico, dato che si balla e si canta per tutto il tempo. So che la strada è ancora lunga ma pensare di poter realizzare questo progetto è ciò che mi tira giù dal letto ogni mattina.

Stai lavorando a un progetto a lungo termine, come per esempio un disco?

Un disco per ora no, ma sto lavorando all’apertura di un mio canale: Patreon. Lì pubblicherò video e tracce in esclusiva, senza dover seguire nessuna regola artistica dettata da mode o altro. Ci saranno pochi iscritti poichè, Patreon è a pagamento, ma con loro avrò un contatto diretto reale e costante. Sarà una bella sfida.

Come prende origine solitamente un tuo brano?

Non seguo uno schema ben preciso, ogni pezzo nasce in modo diverso. Traggo ispirazione da altre canzoni o dai luoghi in cui mi trovo. Mi piacerebbe essere più preciso, ma è difficile perchè spesso non capisco neanche io come arrivo a scrivere certi pezzi. Prima ancora di aver finito una canzone, è molto probabile che mi sia già dimenticato da dove avessi incominciato.

a cura di
Redazione

Segui Marco Dalla Villa su:
Instagram

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE-Fuori ora “Nmiezo a niente” dei Foja
LEGGI ANCHE-Leo Lennox ci racconta “Fari Spenti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.