“24 ore”: il debutto di Uno

Un decalogo di paure e di parole non dette,
perse dentro a silenzi pesanti come macigni 

Disponibile in digital, streaming e radio dal 3 dicembre “24 ore” è il debut single di Uno, per Epic Records Italy / Sony Music Italy. Uno, è il progetto di Mohamed Sarhan, cantautore italo-egiziano. Nato a Roma nel 2000, inizia a comporre canzoni nel 2016 all’età di soli 16 anni, imparando da autodidatta a suonare la chitarra. Nella sua musica cerca di mescolare varie culture che, vive quotidianamente nella vita di tutti giorni, a partire dalla cultura del suo paese d’origine per arrivare a quella italiana sua di addozione.
Le influenze musicali partono dal folk per arrivare al pop elettronico. L’artista si ispira a figure come Damien Rice, ma anche agli antipodi ad un cantautore come Jeremy Zucker.

24 ore
Copertina singolo 24 ore

Prodotto da Alessandro Landini e Walter Babbini, “24 ore” parla d’amore. Di una relazione in bilico, dove entrambi i partner non riescono a lasciar andare un rapporto che non funziona più, nonostante sappiano porti solo a delle conseguenze negative. Tutti i discorsi non fatti, gli effetti del silenzio e delle parole mai dette: sono tante le parole che non diciamo ogni giorno, che la paura o l’orgoglio bloccano sulla punta della lingua. Paura del giudizio, paura di non saper gestire le conseguenze, paura di ferire.

“Ho scritto questo brano partendo dall’idea melodica del ritornello che continuava a ripetersi nella mia testa. 

Il brano viene cullato da una scrittura intima e personale che cerca di appoggiarsi ad una chiave empatica, valorizzata dalla voce di velluto dell’artista italo-egiziano. Il sound mescola influenze pop e indie rock, fino ad arrivare all’urban pop e alle sonorità elettroniche d’oltreoceano.

“Ho provato a mettere e a far trasparire anche la mia cultura e le mie origini per cercare di raccontarmi a 360 gradi”.

24 ore” guida l’ascoltatore nel tormentato mondo della mancanza di comunicazione e della difficoltà di comprendersi in cui è facile immedesimarsi, rendendo la canzone un fenomeno che va oltre il semplice incontro generazionale. Uno riesce ad arrivare a tutti: cuori infranti, relazioni stabili o anche a chi è solo un sognatore. 

a cura di
Francesca Calzà

Seguici anche su Instagram!
Leggi anche – “Miei G” è il nuovo singolo di Inder
Leggi anche –
Sarai: “T’ho sognato” è il suo nuovo singolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.