“Sole Triste”, la terza avventura di Roberto Quassolo

Fuori dal 24 novembre “Sole triste”, il nuovo singolo di Roberto Quassolo. Il cantastorie non è nuovo delle nostre pagine. Ci siamo innamorati del suo stile con il primo brano da solista “Invisibile”.

Sole triste – Roberto Quassolo

Roberto Quassolo è un rockettaro come pochi rimasti in giro, ma un rockettaro romantico con un animo sensibile. I suoi brani, per chi non si ferma ad un ascolto superficiale, arrivano dritti al cuore. Il suo viaggio da solista è iniziato quest’estate e l’artista ha usato la musica per presentarsi. “Sole triste” però è diverso dai precedenti. Non è più un discorso intimista, ma una critica alla società. Una sorta di sveglia che ci invita a non fermarci a pregiudizi e apparenze. Guardiamo oltre, andiamo più a fondo e non critichiamo l’altro senza motivo.

“Sole triste” è un brano molto profondo che si fa sentire sia a livello mentale che fisico. Già, si tratta di un brano tutta da ballare. Se i precedenti erano delle ballad morbide con questo singolo si sposta in un sound più folk rock. Il brano risulta essere una canzone bella energica e trascinante.

“Sole triste è una canzone che ci invita a riflettere sui pregiudizi che permeano la nostra società a tutti i livelli. Credo sia sempre più difficile andare oltre il pregiudizio. Probabilmente perché occorrerebbe rendersi responsabili in prima persona di una visione differente delle cose e del mondo. Immagino pertanto sia indispensabile mantenere uno sguardo che ci porti a non reprimere, ma a considerare dimensioni integrative e perché no trasformative. Qualcosa che ci possa portare a saper stare con la differenza senza volerla eliminare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.