Marco Scaramuzza e gli invisibili nel suo nuovo EP

Abbiamo ascoltato il nuovo EP di Marco Scaramuzza, cantautore veneziano che preferisce comunicare con la musica perché ammette di non essere troppo bravo con la poesia. Il suo nuovo EP si chiama “Gli invisibili” e pubblicato il primo ottobre, ha subito risuonato nei nostri pensieri come un progetto che valesse la pena di essere indagato e scavato nel profondo.

Andiamo dunque a scoprire insieme all’artista cosa si nasconde dietro agli “invisibili” che fanno parte dei brani che compongono l’EP!

Ciao Marco, benvenuto su Posta indipendente: presentati al nostro pubblico e a chi ancora non ti conosce!

Ciao ragazzi e grazie per il benvenuto! Sono Marco, un ragazzo veneziano che ha deciso di comunicare mescolando note a parole.

Il primo ottobre pubblichi il tuo primo EP “Gli Invisibili”: ti va di raccontarcelo?

“Gli Invisibili” è stato semplicemente il modo più naturale per presentarmi con verità, senza cercare di nascondere o manomettere le imperfezioni che ogni persona si porta a spasso per la vita.

Questo Ep è un dialogo tra amici, un abbraccio di comprensione, un invito alla partenza e al coraggio di non giudicarsi, accettandosi con le proprie forze e per le proprie debolezze.

Quanto c’è di autobiografico e quanto magari è ispirato alla vita che ti ruota intorno?

Beh, la parte emotiva e la base iniziale è sempre autobiografica, poi invece mi piace immedesimarmi in altre persone e riempire i personaggi con pezzetti di Marco e di altre vite.

Chi sono le tue ispirazioni da un punto di vista artistico e musicale?

Sono cresciuto ascoltando Lucio dalla, De Andrè, De Gregori e tutta quella bella scuola.

C’è una canzone che senti più vicina delle quattro?

Ognuna a modo suo mi è vicina, è un po’ come chiedere alla madre che figlio preferisce.

Lasciaci con un monito che può aiutarci a sentirci meno “invisibili” anche nella vita di tutti i giorni!

Ci sono due vite, la seconda inizia quando capisci di averne una sola.

a cura di
Ilaria Rapa

Seguici anche su Instagram!

LEGGI ANCHE-La Colpa “Mille Euro al Mese”
LEGGI ANCHE-
“Acqua del cielo”, il nuovo singolo di Liet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.