Daniele Ippolito con il suo nuovo EP “Tempo”

Fuori dal 15 giugno “Tempo”, il nuovo EP di Daniele Ippolito. Che cosa succede quando ti lasci ispirare e nasce una canzone da dodici minuti? Che potrebbe diventare un interessante EP… è il caso, per l’appunto, di Daniele Ippolito.

“Tempo” nasce come un’unica canzone completamente strumentale che racconta un viaggio mentale e fisico. La particolarità di questo brano è che si può effettivamente ascoltare in più modi: o come canzone singola o come tre pezzi differenti. Si tratta di un lavoro molto particolare e abbastanza unico sul suo genere. A rendere il tutto ancora più accattivante è la scelta di suonare solo con sintetizzatori degli anni ’80. Non sono modelli ispirati al passato, sono proprio strumenti vintage.

Quasi un quarto d’ora di music

…dove le note dicono più di mille parole. Ci lasciamo cullare dal sound rilassante e introverso dell’artista. “Tempo” è la colonna sonora perfetta delle lezione di yoga.

Tempo è un progetto nato con il mio ritorno dagli stati uniti, trattasi appunto di un progetto Ambient che riassume un periodo di cambiamento. Lunga è stata la mia distanza dai miei strumenti prima di lavorare su Tempo, motivo per cui il progetto esplica anche l’amore che provo verso i miei sintetizzatori e il genere ambient.

Con l’assenza di ogni tipo di vocalizzo, ho voluto dar voce ai miei strumenti analogici e monofonici che esprimono un senso di profondità, rancore e sospensione“, così l’artista descrive il proprio progetto.

Daniele Ippolito è la mente del progetto e anche il produttore. La copertina è stata affidata alle mani esperte di Annamaria Borgia. Il disegno racchiude in un orologio, che esprime il concetto di tempo, il nostro equilibrio terrestre e la levatura della natura verso l’alto.

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Recensione di “Cara D.” il primo singolo dei Dimore
LEGGI ANCHE –
“Troppo sul serio”: una vita alienata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.