Il Musicultura Festival di quest’anno: cosa ci riserva

E’ tornato il Musicultura Festival! Questa sarà la XXXII edizione e si svolgerà a Macerata dal 14 al 19 giugno in presenza di pubblico, con la partnership di Rai Radio1, Rai 2, Rai TGR e Rainews24.

Il Musicultura Festival si terrà allo Sferisterio, la suggestiva arena neoclassica simbolo della città e delle Marche. La conduzione delle due serate finali, il 18 e 19 giugno sarà affidata ad Enrico Ruggeri, al terzo anno consecutivo al festival e a Veronica Maya.

Sul palco vedremo artisti anche inediti, come è nel DNA della manifestazione, che coinvolgeranno sia ospiti affermati, sia i giovani artisti protagonisti del concorso.

Gli ospiti

Al Musicultura Festival di quest’anno vedremo in azione i SubsonicaErmal MetaMarisa Laurito. Con loro anche La Rappresentante di ListaMichele D’AndreaGianmaria CoccolutoIrene GrandiLuciano Ganci.

Oltre a loro si esibiranno le otto personalità vincitrici del concorso e qualche sorpresa dell’ultima ora.

Il Musicultura Festival prevede anche la Controra. Questa è la sezione ad ingresso libero del festival che durante l’intera settimana anima piazze e cortili del centro storico con concerti, incontri, recital e dibattiti.

Tra gli artisti nella Controra si vedranno personaggi come Beatrice AntoliniColapesce – DimartinoAntonella Ruggiero, Maria Grazia Calandrone. Oltre a loro vi saranno Francesco AdornatoMauro CovacichLorella CuccariniValerio CalzolaioEnrico Pandiani e Benedetta Rinaldi.

Siamo stati tra i pochi che hanno tenuto accesa la musica dal vivo, puntando su impegnative produzioni in streaming anche nelle ore più buie del lock-down. Ora ritroviamo finalmente il pubblico in carne ed ossa, e nello spirito, aggiungerei. Non ci sono parole per esprimere quanto ciò sia importante. Questo rifiorire di corrispondenze tra palco e platea, tra gesto artistico e spettatore merita entusiasmo e responsabilità. Non promettiamo cose nuove, anche perché il nuovo è spesso figlio solo di scarsa memoria. Ci impegniamo ad evitare il superfluo e l’incuria. Vogliamo che tutto risulti sano nelle intenzioni, vitale nel risultato

dichiara il direttore artistico di Musicultura Ezio Nannipieri 
Le partnership

La partnership tra Rai e Musicultura garantisce all’evento una copertura cross mediale significativa.  Rai Radio1 è già coinvolta nell’organizzazione precedente al concorso, seguirà in più le finali con le dirette di Marcella Sullo, Duccio Pasqua, e John Vignola. Rai 2 metterà in onda una differita con il meglio delle due serate il 6 luglio.

Il Musicultura Festival prevede anche lo streaming delle serate sulle pagine ufficiali Facebook di Rai 2, Rai Radio1 e Musicultura.

Rainews 24 e Rai TGR completano il quadro nell’ottica della cronaca e dell’approfondimento.

Il concorso

Il Musicultura Fesitval è un concorso dedicato alle espressioni artistiche della canzone popolare e d’autore. Dal 1990 ad oggi Musicultura ha intercettato le aspirazioni creative di quasi 28.000 giovani contribuendo al ricambio generazionale.

Gli otto artisti proclamati vincitori e le loro canzoni sono:

Brugnano (di Napoli) –  Canzoni da mangiare insieme;
Caravaggio (di Latina) – Le cose che abbiamo amato davvero;
Ciao sono Vale (di Bergamo) –Tutto ciò che vuoi;
Elasi (di Alessandria) – Valanghe
Lorenzo Lepore (di Roma) – Futuro;
Luk (di Napoli) – Lune storte;
Mille (di Velletri, Roma) – La radio;
The Jab (di Ivrea. Torino) – Giovani favolosi

Gli artisti sono tutti autori dei brani che interpretano e sono stati scelti attraverso una lunga selezione che all’inizio coinvolse 1.063 artisti. Successivamente vi sono state audizioni live dove sono stati individuati sedici artisti. Le votazioni dai social hanno eletto due dei finalisti, uno eletto da Muiscultura e gli altri cinque dal Comitato Artistico di Garanzia.

Il comitato per quest’edizione era composto da molti nomi tra cui: Francesca ArchibugiEnzo Avitabile, Claudio Baglioni, Diego Bianchi, Vasco Rossi, Sandro Veronesi e molti altri illustri nomi.

I premi

I vincitori si esibiranno tutti venerdì 18 giugno, il voto del pubblico dello Sferisterio designerà le quattro proposte che accederanno alla finalissima di sabato 19, quando con la stessa modalità, si eleggerà il vincitore del Premio Banca Macerata (20.000 €).

Altri significativi bonus sono il Premio AFI (3.000 €), il Premio Unimarche (2.000 €), e il sostegno di 10.000 € per l’effettuazione di un tour di otto date, grazie a NuovoImaie (con i fondi art. 7 L. 93/92). L’ambita Targa della Critica (3.000 €), è intitolata da quest’anno a Piero Cesanelli, l’ideatore di Musicultura e suo direttore artistico dalla prima edizione fino al 2019.

Potete trovare Musicultura anche su:
Instagram
Facebook
Twitter

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Emma – Arena di Verona – 07 giugno 2021
LEGGI ANCHE – Anna Tatangelo: “Anna Zero”, un disco per ricominciare (senza pregiudizi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.