Matteo Ghione: “Marula Cafè” sa d’estate, di Spagna

Da venerdì 18 giugno sarà in radio Marula Cafè, il nuovo singolo di Matteo Ghione, in uscita su Etichetta Piesse Groove Records, Edizioni Groove It S.r.l. arrangiamento Riccardo Di Paola. Il brano è già sulle piattaforme digitali dal 4 giugno.

Marula Cafè è una canzone d’evasione, e ben rispecchia l’inconfondibile grinta che da sempre caratterizza Matteo Ghione. Marula Cafè mixa sapientemente sonorità reggae, pop, soul, e latine. Il basso di Paolo Costa, la chitarra di Ermanno Fabbri, le percussioni di Sandro De Bellis e Matteo Ghione, si fondono con la tromba di Massimo Macer.

Camminando tra la Rambla di Barcellona, dove Matteo Ghione passa le notti, al famoso “Marula Cafè”, cercando di allontanare la nostalgia.
Il ritmo richiama l’arrivo dall’estate, come messaggio di una bellissima speranza: la voglia di ritrovare la propria identità sotto il cielo stellato della Rambla.

Perché è arrivato quel momento dell’anno in cui c’è voglia di un po’ di leggerezza e di ballare per celebrare la vita. Quest’anno ancora più degli altri.

A fare da filo conduttore, c’è il solito pensiero d’amore, la speranza che quella rottura amorosa non sia davvero la fine della storia. C’è il desiderio che tutto possa ricominciare e sia possibile ripartire

Spiega Matteo Ghione

Matteo Ghione, è un cantante, chitarrista e percussionista nato a Rio De Janeiro, cresciuto a Genova e da 4 anni vive a Milano. Dopo un passato da calciatore, con la sua voce black soul incanta nel 2016 il pubblico di X-Factor e apre i concerti di importanti turnèe italiane e internazionali.

Negli ultimi anni è entrato a far parte della band che accompagna il comico, monologhista Andrea Pucci nello spettacolo “IN…TOLLERANZA ZERO”, lo show ha ottenuto il sold out in tutti i teatri d’Italia. Oggi Matteo è anche Lead voice nel programma “BIG SHOW” su Italia Uno. Grazie al suo straordinario talento e coinvolgimento presenzia ai più importanti eventi privati del nord Italia.

Il suo repertorio spazio dalla dance/funk 70/80 alla musica black, reggae, soul, spazia da un repertorio d’ascolto a momenti dance e coinvolgenti.

Segici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – “A riveder le stelle”: intervista ad Aldo Cazzullo
LEGGI ANCHE – Musica e pandemia: il ritorno degli eventi live e dell’Oltre Festival a Bologna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.