Recensione di “Bombe nucleari” nuovo singolo di Francesco Savini

Una riflessione diretta ed aristotelica sul ruolo dei social network nelle nostre vite

Per il filosofo greco Aristotele, l’uomo è un “animale sociale”, assolutamente incapace di vivere isolato dagli altri. Questo concetto lo ritroviamo in chiave assolutamente contemporanea nel nuovo brano di Francesco Savini, “Bombe Nucleari”, uscito il 15 aprile scorso, che sancisce il suo esordio con la casa discografica “Le Siepi Dischi”. Racconta di come il nostro essere “animali sociali” è ancora più amplificato dal mondo dei social con tutte le sue contraddizioni.

Siamo animali sociali a cui piace stare anche da soli in mezzo alla gente, in mezzo al niente”.

Savini è un osservatore attento della sua generazione, come ha dimostrato fin dal primo singolo Maratoneti“, pubblicato ad ottobre 2020, seguito da La facoltà del tempo persoe Divano”.

Nella fattispecie “Bombe Nucleari” ci racconta di come siamo sempre più bombardati da quello che viene pubblicato sui social, molto spesso portandoci a un’evasione ma anche a un’estraniazione di quello che ci circonda nella nostra realtà, si è attenti a socializzare sul web e meno “live”, a chi non è capitato di vedere o essere protagonista di scene al ristorante o in giro (i bei tempi), o in qualsiasi altro contesto dove tutti hanno gli occhi sullo schermo senza guardarsi occhi negli occhi, brutto vero?

“Due occhi bioculari che esplodono che non si toccano mai

E tutto questo molto spesso senza dare peso alle parole che si utilizzano.

Alla fine un dito oggi è più forte di Mike Tyson nel Novanta.”

La cover di Bombe Nucleari
“Bombe Nucleari” – Cover

Graficamente la copertina rende perfettamente il senso di questo singolo, l’essere inghiottito in qualche modo dal vortice colorato dei social, dove simbolicamente possiamo associare ad ogni colore che vediamo in foto, un sentimento diverso che attribuiamo a quello che guardiamo e/o leggiamo positivo o negativo che sia e lo sfondo sfuocato rappresenta l’estraniazione con tutto il resto.

“Bombe nucleari è stata scritta nel periodo in cui stavo cominciando il percorso artistico, ed era una novità per me in quel momento trovarsi tutto il giorno connesso tra interviste e dirette.

Sulla forma delle mie canzoni sono molto pignolo e cerco sempre di far suonare il brano con un’attitudine live.”

L’attitude al live del giovane cantautore abruzzese lo si percepisce dal primo ascolto, con l’attenzione ai piccoli dettagli, un sound di impatto, inoltre si parte piano per poi ascoltare una vera e propria esplosione energica accompagnata da chitarre elettriche, batterie, influenze indie ma anche la voglia di andare in diverse direzioni. Bombe nucleari è in Scuola Indie su Spotify Music e Novità Indie Italiano su Amazion Music Italia.

Il 24 aprile, è una data importante per Francesco Savini per due motivi: il primo e che è stata trasmessa in anteprima la live session di “Bombe Nucleari” sulla pagina instagram di Indie Gestione Musica, ora disponibile su Youtube, il secondo motivo invece e che il singolo è in rotazione su Rai Radio 2indie, sicuramente due belle e importanti soddisfazioni per il giovane cantautore.

Non ci resta che attendere l’uscita di un disco e i presupposti per una splendida carriera ci sono tutti.

Ad maiora.

a cura di
Francesca Cenani

Segui Francesco Savini qui:

FACEBOOK

INSTAGRAM

SPOTIFY

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE- “NONTISCORDARDIME” è il nuovo singolo di ATOMI
LEGGI ANCHE- Rugo presenta il nuovo singolo “Non sono mica tua mamma”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.