“Come il lago” è il singolo melanconico di Riviere

Come il lago” sembra essere la colonna sonora perfetta per una primavera che invece pare non arrivare mai, “Come il lago” è anche la nuova canzone di Riviere, artista dell’etichetta ligure Revubs Dischi.

Dopo il suo singolo d’esordio “Quando mi parlano di te”, Riviere torna a raccontarci una nuova storia: la sua. “Come il lago” evoca atmosfere rarefatte e annebbiate, come quella sensazione che si prova dopo una lunga scalata per cui ti sembra di poter toccare il cielo con un dito.

Per chi ancora non lo conoscesse Riviere potrebbe essere descritto come il progetto contenitore in cui l’autore custodisce tutti quei pensieri, parole e sensazioni che si stagliano sulla battigia del quotidiano. Come stelle marine arrivate dalla deriva, ecco che le canzoni di Riviere (che ricordano volontariamente o meno la metafora dell’acqua) sono pronte per essere raccolte da un passante annoiato, che in un pomeriggio primaverile è alla ricerca di un momento di tranquillità dal turbine inglobante della routine quotidiana.

Le sonorità folk di “Come il lago” creano una gioiosa armonia insieme al sentimento opposto della malinconia e allo stesso tempo della consapevolezza, come quella che si raggiunge quando per la prima volta si inizia a conoscersi e ad accettarsi per quello che si è: siamo il ritratto di nostra madre e il pensiero di nostro padre, ma siamo anche come un lago che riflette di azzurro allo stesso modo del cielo che lo sovrasta. Non siamo più chi vediamo riflesso nello specchio, ma siamo la rifrazione della persona e dell’anima che percepiamo di essere.

Anche questa volta, dunque, Riviere ha saputo farci emozionare ma anche riflettere, per cui non possiamo far altro che riascoltare “Come il lago” in loop in attesa di una prossima pubblicazione!

a cura di
Ilaria Rapa

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – La primavera ci porta un nuovo Blumosso e del vento da “Nordest”
LEGGI ANCHE – “Profane” il nuovo singolo degli HI FI GLOOM

3 pensieri riguardo ““Come il lago” è il singolo melanconico di Riviere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.