Il rapper GORI con “Sambo” chiude la trilogia freestyle

Il rapper classe ‘96 di origini italo-brasiliane Mattia Galati, in arte GORI, pubblica “Sambo” con cui, dopo le precedenti “Carati” e “Yesterday”, chiude la trilogia di freestyle.

“Sambo” è la riprova dell’importanza della musica per il rapper come strumento di riscatto sociale: il testo ci racconta scorci di vita vissuta – “quante ne ho passate” – , di rapporti veri con chi gli è sempre stato accanto e di come non rinneghi nulla del proprio percorso, sia artistico che personale – “non sputerò mai in quel piatto”.


Un messaggio chiaro e diretto espresso da un altrettanto diretto flow che caratterizza i freestyle di GORI, in grado di evidenziare ancora di più il percorso di riscatto dell’artista che ha ben chiaro in mente dove vuole arrivare.
Barre che ci raccontano la sua storia sottolineando, ancora una volta, la voglia di rivalsa dell’artista “per tutte le volte che ho vissuto da cani”.

“Chi mi conosce sa che taccio,
Sui tuoi fallimenti i miei traguardi,
Mai avuto un debole per le chiacchiere.”.

“Sambo” – Official videoclip
Crediti Sambo

Produzione beat: Mafia Juice
Rec: Enrico Bondi
Mix & Master: Patrick “wave” Carinci

Crediti Video

Regia e riprese: Tony Resta
Montaggio e Color: Agnero Fernandez

Biografia

Mattia Galati, in arte Gori, nasce nel 1996 a Milano da una famiglia con doppie origini, per metà proveniente dal sud Italia e per metà dal Brasile. Si approccia alla musica all’età di 14 anni, iniziando a pubblicare i primi video su YouTube dei brani e freestyle.
Dai 16 ai 18 anni lavora con personalità di spicco del panorama musicale quali Charlie Charles, Boston George, Daves the Kid, Garelli e molti altri, con i quali nel 2015 realizza un mixtape esclusivamente in formato fisico dal nome Trap Advisor.

Successivamente sospende la pubblicazione musicale per prendersi tempo, trovare la propria identità artistica e musicale, lavorare a parecchi singoli da solista, sperimentando in maniera molto più estroversa nuove forme di flow e linee melodiche. Con il passare del tempo Gori amplia il proprio team di lavoro fino ad arrivare ad avere un’intera squadra dedicata al progetto: un team di ragazzi e una famiglia alle proprie spalle dal nome VALIDÈ. Le nuove pubblicazioni di Gori seguono un’impostazione artistica che evidenzia una forte produttività e con sempre presente il focus di valorizzare la musica, prima di tutto, puntando a dare esempio a chi parte dal basso per prendersi ciò che ha sempre sognato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.