“Sfocia” il 9 aprile, Indra, il nuovo singolo di KAWARI

L’acqua come rifugio dalle ansie e preoccupazioni della vita

KAWARI in Giapponese significa “l’ultimo riflesso di luce sull’acqua prima che il sole tramonti dietro la linea dell’orizzonte”. L’idea che il suono di una parola sola possa assumere un valore più ampio, ma specifico allo stesso tempo, caratterizza l’artista nella scelta di esprimere se stesso in profondità senza alcuna limitazione.
La manipolazione in studio di strumenti analogici e digitali ispirano Luca Vergano (aka Kawari) verso un design estetico che ambisce all’armonia comunicativa di diverse campionature, create distintamente per ogni pezzo. 

Indra: simbolo di rifugio

INDRA è l’antica divinità hindu delle acque, come per esempio le tempeste, le piogge e le correnti dei fiumi e diventa così simbolo di rifugio, per Kawari, oltre che terzo singolo. L’artista si ritrova spesso ad immaginare il mondo circostante come liquido, quasi come se vivesse immerso in acqua immaginaria che aiuta a lenire angosce, paure e stati d’animo agitati.
Lo scorrere dell’acqua crea senso di protezione e redenzione mentale che non si trasforma, però, in una seconda gabbia dove la catarsi rimane illusoria.  

L’arpeggio e i suoni morbidi del brano riproducono questa atmosfera liquida ed ipnotica, grazie all’utilizzo della kora, strumento cordofono della famiglia delle arpe a ponte proveniente dall’Africa Occidentale.
L’intro predominato dal piano lascia spazio al basso terzinato che definisce la transizione verso sonorità più luminose ed energetiche. Il synth che accompagna la parte finale del pezzo ha lo scopo di risvegliare un animo sognante per chiunque lo ascolti.

Assai singolare è l’uso della voce femminile che va a sostituirsi allo strumento del basso, ricoprendo un ruolo inusuale fino alla fine della canzone.

Bisogno interiore di pace e tranquillità

Il bisogno interiore di raggiungere pace e tranquillità con se stesso lo ha spinto a scrivere il primo singolo Hiraeth, uscito lo scorso Novembre, il quale porta una brezza fresca e confortevole che avvolge delicatamente l’ascoltatore e lo fa fluttuare verso pensieri positivi. 

Il secondo singolo Magic Valley traccia un mondo tutto nuovo, ma conosciuto allo stesso tempo.
Il produttore crea quella giusta atmosfera dove la percezione della realtà cambia e non si può fare a meno di ritrovarsi a ballare, spensierati.

Segui Kawari:

Spotify   |   Soundcloud   |   Instagram    |    Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.